Parco-Rossi-Vicenza
Italia, Viaggi

Parco Rossi Vicenza e il suo Acquario

Parco Rossi è un giardino botanico di 4,42ettari totali che si posiziona sulle Pendici del Monte Summano a Santorso in provincia di Vicenza. L’Imprenditore Alessandro Rossi, nel 1865, acquistò la Villa Bonifacio Velo del ‘500 da ristrutturare per trasformarla in residenza privata dove rifugiarsi e trascorrere giornate liete

L’industriale possedeva una delle più grandi industrie di lanificio con idee innovative e grandi progetti come il Nuovo quartiere Operaio di Schio per garantire un tetto sicuro alle famiglie degli operai. Nel tempo fu eletto deputato e senatore sostenendo così gli interessi commerciali del Paese

Booking.com

PARCO ROSSI 

La forma del parco assomiglia a un piccolo animaletto fantasy a cui è stato dato il nome di Arac ovvero l’acronimo del proprietario, Alessandro Rossi e del suo amico progettista Antonio Caregaro che assieme hanno dato vita a questo spazio incantevole

L’immagine color verde acqua si trova  lungo il percorso e vi aiuterà ad orientarvi cliccando all’indirizzo ingame.parcorossi.it dove ascoltare l’audioguida dopo aver selezionato la lingua

Mappa-Parco-Rossi

La visita inizia con la meravigliosa vista del laghetto, un tempo navigabile abitate da anitre e pesci che si staglia fra imponenti piante secolari fra cui il suggestivo Tassodio. Durante il foliage regalano colori incredibili, dalle sfumature aranciate. E’ uno spettacolo unico e sono rimasta a bocca aperta da tanta bellezza

Foliage-Parco-Rossi-Vicenza

Molto particolare è il Pino Himaliayano grandioso, solenne con tre tronchi bombati . E’ diventato simbolo d’amore e di augurio per le nuove coppie di sposi che vengono a scattare foto. In questo periodo è circondato da tantissime foglie rosse mentre in primavera esplode con le primule gialle

Pino-Himalaya

Ogni albero porta una citazione, un inno d’amore a se stesso scritte da vari autori fra cui la poetessa Christina Rossetti, l’attivista Martin Luther King o la docente americana Lucy Larcom. Gli alberi sono fondamentali perchè grazie al loro ossigeno contribuiscono a migliorare la nostra esistenza (oltre a mantenere la termoregolazione dell’Ambiente)

Citazioni-Parco-Rossi

Proseguendo a destra vicino alle roccette a punta si raggiunge uno dei tesori nascosti del Parco. Un tempietto fra edera e fiori in stile neopompeiano che accoglie un meraviglioso acquario con tanti pesciolini. Entrate ed emozionatevi

Tempietto-Acquario-Vicenza
Entrata Tempietto

Se alzate lo sguardo si nota il Campanile del Tempio di Sant’Orso che narra la leggenda di un pellegrino francese di nome Orso giunto alle pendice del Monte Summano per riparare ai suoi peccati. Durante il suo lungo pellegrinaggio morì ricevendo però il perdono delle sue colpe

Il condottiero era vittima di una terribile profezia che parlava dell’uccisione del suo caro genitore. Per questo decise di allontanarsi dove incontrò  la figlia del Re di Dalmazia a cui chiese la mano. Dopo una battaglia, sorprese la sua sposa in atteggiamenti spiacevoli con uno sconosciuto e dalla rabbia li uccise entrambi.

L’amante era proprio suo padre. Dalla disperazione iniziò così il suo cammino di espiazione lungo dodici anni. Le sue spoglie riposano nel tempio di Sant’Orso ed ora è il punto di riferimento del giardino. Alessandro Rossi e l’architetto amico fecero il restauro con il vecchio campanile che collegava il viottolo con la Villa

Tempio-SantOrso

Poco più avanti incontrate la galleria a tre arche con stemmi rappresentanti l’agricoltura e l’industria che collega, tramite una scala, all’ antica Villa composta da elementi pittorici e affreschi esterni del pittore Vincenzo Giacomelli

Galleria-Parco-Rossi

Belvedere-Parco-Rossi

Non perdetevi l’elegante seduta in pietra molto particolare per la rappresentazione di aquile reali e incorniciata da piccoli laghetti e fiori. In fondo al Parco si innalza la Casa del Custode con richiami a chalet montani trasformata in uno spazio per iniziative sulla sostenibilità ambientale

seduta-pietra-Parco

Parco Rossi si trova in Via Santa Maria a Santorso (VI) ed è aperto sabato e domenica ore 10-12 e 14-17 (inverno) con ingresso gratuito

L’ Acquario ha i contorni dei sogni, sfrangiati e senza tempo. Cit.

Consiglio di visitare i Castelli di Giulietta e Romeo a Vicenza

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.