Austria, Viaggi

Cosa fare a Innsbruck: la perla delle Alpi

Tettuccio-d'oro-cosa-fare-a-Innsbruck

Innsbruck è il capoluogo del Tirolo, una delle città più pittoresche dell’Austria: il nome significa Ponte sul Inn, il fiume che lo percorre.  Con i suoi 130.000 abitanti è il quinto paese più grande dopo Vienna. Ma Innsbruck non è solo mercatini natalizi e luci sfavillanti! Circondata da un’incredibile panorama fra montagna e boschi, si mostra come una luogo vivace, attivo, sportivo grazie alle sue piste da sci, alle avventurose escursioni organizzate all’alba, ai percorsi come il Cammino dell’Aquila o il Sentiero dei Cembri e di grande azione con il parapendio o bungy jumping. Legata alle tradizioni, all’artigianato e al folclore con le sue tipiche danze popolari e bande di musica che animano il centro storico, Innsbruck è un connubio fra natura e arte 

Innsbruck
Panorama dal centro storico

Per trascorrere una giornata indimenticabile con mia mamma, ho scelto una meta culturale, con un clima temperato e che risultasse piacevole visitarla in agosto. I Viaggi del Consorzio organizzano varie escursioni, gite in molte località e con un’ offerta di 30€ compresa di guida turistica, ci hanno portato, in circa 3 ore, nella bellissima Innsbruck. I mezzi della compagnia turistica sono confortevoli  e lo staff della Provincia autonoma di Trento, preparato. Infatti il tragitto è stato allietato da aneddoti, storia e curiosità della famiglia reale che ora vi racconterò

Come raggiungere Innsbruck

Tramite auto con direzione Brennero e uscita Innsbruck Sud. Non è obbligatorio il bollino Vignette se si continua sulla strada statale ma solo il pagamento di circa 9€ per l’autostrada italiana, con il treno prenotando sul sito www.obb-italia.com o con Flixbus che la raggiunge a prezzi vantaggiosi

Innsbruck card

Vi consiglio di acquistare la tessera che dà la possibilità d’ingresso gratuito a tutte le attrazioni, musei, mezzi pubblici compresi i bus turistici sightseer, lo shuttle per raggiungere Kristallwekten, il mondo Swarovski e gli impianti di risalita come ad esempio all’ Innsbrucker Nordkettenbahnen  ma anche incluso il noleggio per tre ore della bici (in Leopoldstrasse 4 da Die Borse) Le tariffe sono così suddivise:  24 ore € 39, 48 ore € 48 e 72 ore € 55 e acquistabile online sul sito Innsbruck shop I bimbi tra i 6 e 15 anni hanno lo sconto del 50%

Centro-storico-Innsbruck
Centro storico

Cosa fare a Innsbruck

Il tettuccio d’oro Goldenes Dachl rappresenta il simbolo antico della città e sporge sulla facciata della Residenza dei conti Tiroli innalzato nel 1420 da Federico IV d’Asburgo. Le 2657 tegole originali sono ricoperte di rame d’oro e hanno il valore di € 1500 ognuna. Il balcone è largo circa 16 m e i parapetti affrescati da Kolderer e Turing il Vecchio rappresentano l’imperatore Massimiliano I e le sue due mogli Maria di Borgogna e Bianca Maria Sforza.  All’interno del museo sono esposti oggetti del reale e resoconti della sua vita

Goldenes-Dachl-Innsbruck
Tettuccio d’oro

Accanto si trova l’ Helblinghaus, casa Helbling, conserva il cognome del proprietario che la occupò fra il 1800 e 1827 conducendo una caffetteria. E’ caratterizzata dalla facciata in stile rococò, risalente al XV secolo con disegni di ghirlande di frutta, foglie e decorazioni spettacolari

Helblinghaus
Helblinghaus

Stadtturm è la torre civica eretta fra il 1442 e il 1450, alta circa 51 m ed era utilizzata come vedetta per avvertire la popolazione in caso di minaccia. Nel 1468 fu inserita una campana di allarme incendio e tempesta e in base al suo numero di rintocchi si poteva riconoscere il posto in pericolo. Ad esempio se il Palazzo imperiale era sotto sventura venivano suonati 5 rintocchi. La parte inferiore della Torre, invece, era utilizzata come prigioni cittadine. Se salite i 133 scalini sarete rapiti da una vista mozzafiato sulla città e delle vette Bergisel e Patscherkofel. Non perdetevelo! Prezzo d’entrata 4€

Stadtturm-Innsbruck 

Stadtturm-panorama-Innsbruck
Panorama dalla Torre Civica
Stadtturm-panorama-Innsbruck
Vista dalla Torre Civica

Maria Theresien Strasse è la via principale più elegante di Innsbruck con i suoi negozi lussuosi, bar ristoranti e si sviluppa partendo dall’Arco di Trionfo fino al centro storico. A metà strada svetta la statua di Sant’Anna per commemorare la liberazione delle truppe bavaresi nel 1703

Arco-Trionfo-Innsbruck
Arco di Trionfo
S-Anna-Innsbruck
Colonna di S. Anna

Hofkirhe è una chiesa gotica del 1500 in memoria dell’imperatore Massimiliano I d’Asburgo che ospita i suoi antenati rappresentati da 28 statue di bronzo fra cui Re Artù che vigilano al suo cenotafio, la tomba vuota. I suoi resti infatti si trovano sepolti nella Cattedrale di S. Giorgio a Vienna

Booking.com

Il Palazzo Imperiale Hofburg era la residenza rinascimentale del XIV secolo della famiglia dei Tirolo per poi essere ristrutturato dall’Imperatore Massimiliano I in stile rococò e adoperata come dimora estiva. Ogni salone è contraddistinto da un colore stabilito dalla Corte.

Una delle stanze più spettacolari è la Sala dei Giganti chiamata anche Sala della Famiglia rappresentata da dipinti di tutti i membri della famiglia di Maria Teresa e Francesco Stefano Lorena con i suoi sedici figli realizzata da Franz Anton Maulbertsch nel 1775, utilizzata per importanti ricevimenti. Romantico è lo Studio con dettagli azzurri, situato nella torre circolare dove la Regina Sissi scriveva e componeva poesie in anonimo. E’ uno dei luoghi da visitare assolutamente perché rimarrete sbalorditi da tanta bellezza e sontuosità. L’entrata è di 9€ (free con Innsbruck card) purtroppo è vietato fotografare

Hofburg-Innsbruck
Hofburg

Accanto alla residenza ci sono i giardini Hofgarten, un parco storico abbellito da alberi e piante curate personalmente dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria. Oggi si è trasformato in un polmone verde per gli abitanti di Innsbruck dove possono rilassarsi, passeggiare e giocare con una scacchiera gigante

Giardini-Imperiali-Innsbruck

scacchiera-hofgarten

Dom Zu St. Jakob, il Duomo S. Giacomo fu ricostruito nel 1700 danneggiato da un terremoto, essendo  Innsbruck una terra sismica. E’ dominata da due grandi Torri di cui una custodisce un carillon composto da 57 campane, il più grande dell’Austria, che suonano ogni mezzogiorno. La chiesa era uno dei punti fondamentali di pellegrinaggio nel medioevo. L’opera più importante conservata è Maria Ausiliatrice del pittore Lucas Cranach il Vecchio. Per poter fotografare si paga 1€

Dom-Zu-St. Jakob-Innsbruck
Duomo di S.Giacomo

Vicino alla stazione Innsbruck Congress, a pochi passi dal centro, si trovano gli impianti della Norkette, la catena montuosa, disegnati dalla designer Zaha Hadid che danno l’accesso allo zoo alpino, a Hungerburg con una terrazza spettacolare, alle cime di Seegrube a più 2000 m e proseguendo si  arriva a Hafelekar. Da qui si può continuare con la mountain bike e raggiungere le Malghe. Prezzo fino a 32€ (con Innsbruck card free)

Impianti-Norkette-Innsbruck
Impianti Norkette

E per una pausa pranzo o semplicemente un caffè ecco una delle locande più antiche di Innsbruck fondata nel 1390: il Gasthof Goldenes Adler  in Herzog-Friedrich Strasse 6. Si racconta che il 6 aprile 1552 l’imperatore Carlo V d’Asburgo abbia fatto sosta proprio qui!  Un altro ristorante è lo sfizioso Stiftskeller in Stiftgasse 1 con i loro piatti tipici tirolesi e la birra proveniente da Monaco di Baviera

Gasthof-Goldenes-Adler
Ristorante Gasthof Goldenes Adler
Stiftskeller
Ristorante Stiftskeller

Maria Teresa d’Austria amava moltissimo l’imperatore Franz Stephan e alla sua morte, avvenuta il 18 agosto 1765,  sofferente e distrutta dal dolore mise l’abito nero per il resto dei suoi giorni fondando un’associazione femminile religiosa per onorare il defunto

Se al ritorno da Innsbruck desiderate fermarvi nella Val di Non a Trento, in una suggestiva cornice, si innalza un Maniero ben conservato, il Castel Thun di origine medievale, arredato da quadri importanti e mobilio antico. Scenografico e imponente è uno vero gioiello.