Spagna, Viaggi

10 cose da vedere e fare a Siviglia

Siviglia è la capitale dell’Andalusia, cuore artistico e culturale dove la sua anima vivace si rivela con i passi di flamenco e con la passione per le corride che esplodono durante la Feria de Abril, fatta di canti, musica gitana, balli e grandi festeggiamenti. Inestimabile ricchezza per le testimonianze della cultura araba, è dichiarata dall’ Unesco, Patrimonio dell’Umanità. Grandi pittori, poeti, famosi danzatori e toreri fanno di Siviglia, un luogo straordinariamente ricco di tradizione, originalità e passione

Plaza de Espana

Come raggiungere il centro di Siviglia

L’Aeroporto San Pablo dista circa 12 km dal centro città e per arrivarci, prendete il bus della compagnia Tussam nominato EA (Aspecial Aeropuerto), al costo di 4€. Sarà possibile acquistarlo direttamente all’autista. Le corse, puntuali, iniziano alle 5.22 fino alle 00.54 e l’ultima fermata è Plaza de Armas a circa 10 minuti di passeggiata dal centro. Il primo che parte da questa stazione è alle 4.30 del mattino. Il tragitto dura circa 35-40 minuti e fa le seguenti soste:

Fermate-bus-EA-Aeroporto-Siviglia
Fermate bus
Orari-Bus-EA-Aeroporto-Siviglia
Orari bus Aeroporto

Dove alloggiare a Siviglia

Se stai cercando un bella struttura dove alloggiare, ti posso indicare l’ Apartamentos Los Angeles in Calle Eloy 37 in pieno centro di Siviglia e a 20 min. di passeggiata dalla stazione dei bus da/per l’aeroporto. Le stanze sono spaziose e pulite con vari accessori per il bagno (pettine, dischetti trucco, cotton fioc). Nel frigo troverete bibite e frutta di benvenuto e ogni mattina bustine di thè e caffè con piccole brioche. I prezzi sono contenuti e abbordabili. Io mi sono trovata molto bene e lo consiglio vivamente!

Eccovi un fantastico sconto del 10% per le vostre prenotazioni su Booking

Cosa vedere a Siviglia

1) La prima attrazione che visiterete è sicuramente Plaza de Espana, una delle piazze più suggestive ed immense che abbia mai visitato! Infatti occupa una superficie di 50.000 mq ed è decorata da panche di ceramica e mosaici. Uno spettacolo di luce e colore! Le panchine di maioliche andaluse, chiamate gli azulejos, rappresentano le 49 province spagnole. Situata nell’esteso  Parque de Maria Luisa che ospita il Museo Arquelogico e Museo de Artes y Costumbres Populares , è percorsa da un canale navigabile dove si può noleggiare una barchetta, per mezz’ora, e vivere un momento davvero romantico. E’ attraversata da ponticelli che simboleggiano i quattro regni di (Aragona-Catalogna e Leon-Castiglia). Pittoresca, questa piazza è stata scenario di numerosi eventi e film. Vi colpirà davvero nel cuore.

La piazza di Siviglia per il suo classico e nobile architettura, le sue proporzioni armoniose, per la sua tradizione, è senza dubbio la più bella e suggestiva delle piazze spagnole.

Josè Maria de Cossio

Plaza-de-Espana-Siviglia

Piazza-de-Espana-Siviglia

Museo di Arti e Costumi Popolari

2) Metropol Parasol o Las Setas (i funghi) è una struttura maestosa costruita nel 2011 dall’architetto Jurgen Mayer che assomiglia a un grande ombrellone o a un nido di api. E’ suddiviso in vari piani dove sono ospitate l’Antiguarium, il museo archeologico (a pagamento), ristoranti, negozi e nell’ultimo livello troverete un bar, le ondeggianti passarelle e il Mirador dove si gode di un panorama superlativo a 360° ad un’ altezza di 28.50m. Questa opera straordinaria fu creata per rinnovare l’abbandonata Plaza della Encarnacion e donarle un immagine moderna, rivoluzionaria, attirando così turisti e visitatori. Aperto dalle 10 alle 23 con mezz’ora in più nel weekend. Prezzo € 3 inclusa una bevanda al piano inferiore

Parasol

3) Plaza de Toros di Siviglia conosciuta anche come la Real Maestranza de Caballeria de Sevilla è l’Arena che accoglie le famose corride e la Feria de Abril, uno degli eventi più importanti della città dove gli abitanti indossano i vestiti tradizionali (gitana e flamenco), si deliziano del Pescaìto Frito e nei pomeriggi assistono alla corsa dei Tori. Costruita nel 1760 e terminata nel 1881 ha una capienza di 12.500 posti a sedere. La visita guidata che ci accompagna nelle varie sale, con ulteriore audioguida, che dura circa 50 minuti, ripercorre il Salone delle Esposizioni con quadri del XIX-XX secolo, successivamente vedrete poster, coloratissime mantelle dei toreri ed infine la cappella dei Bullfighters dove i toreri pregavano prima dello show. Orari dalle 9.30 fino alle 21 in aprile-ottobre. Ingresso 8€. Free entry al lunedì dalle 15 alle 19

Plaza-de-Toros-de-la-Real-Maestranza

Plaza-de-Toros-Siviglia Abito-Plaza-de-Toros-Siviglia

Museo-Plaza-de-Toros-Siviglia

4) Vicino alla Piazza sopracitata noterete il famoso Ponte de Isabel II che raggiunge il quartiere Triana, importante perché proprio qui sono nati famosi danzatori di flamenco, toreri gloriosi e Juan Rodriguez de Triana che fu il primo a scorgere “Terra” ovvero l’America durante la spedizione di Cristoforo Colombo. Per chi ama le ceramiche, in Calle Antillano Campos 14, sorge il Centro Ceramica Triana, vecchia fabbrica di Santa Ana decorata da cilindri di terracotta. Sul lato del ponte si innalza la Capilla del Carmen di Anibal Gonzales sede del Santo patrono del mare che proteggeva i pescatori

Capilla-del-Carmen-Siviglia
Cappella di Carmen nella piazza di Altozano

5) A pochi passi dalla Piazza del Toro potrete raggiungere la Chiesa Magdalena affacciata in Calle San Pablo e se alzate lo sguardo rimarrete sorpresi dai dettagli della sua facciata in stile barocco. All’interno molte realizzazioni d’arte come l’altare maggiore in legno dello scultore Pedro Cornejo

Chiesa-Magdalena

Booking.com

6) Torre dell’Oro costruita dal governatore berbero nel 1220 trae il suo nome dagli effetti dorati delle piastrelle che la rivestivano o per il valore degli oggetti depositati. Si posizione sulla riva del Rio Guadalquivir ed era un punto strategico per controllare gli ingressi dal fiume. Si innalza per 36 m e ospita il Museo Marittimo dove sono custodite testimonianze, mappe della navigazione di Siviglia. Chiude alle 18.45 e l’entrata è di € 3 ma di lunedì è gratuito

Torre-dell'Oro-Siviglia

7) Real Alcazar è un palazzo straordinario di architettura mudéjar eretta dal Califfo arabo nel X secolo, ricostruito dal re di Castiglia nel 1364 e successivamente arricchito da inserti gotici da Carlo V. Il Palacio del Rey Don Pedro raccoglie diverse stanze fra cui il Salon de los Embajadores dove venivano accolti grandi personalità e simboleggia la terra mentre la stupenda cupola rappresenta l’Universo, il soprendente Patio de las Doncellas,  il cortile delle fanciulle. Una credenza narra che i governanti musulmani di Siviglia chiedevano ai regni del cristianesimo 100 vergini ragazze, mito diffuso per giustificare le guerre. Prezzo d’entrata 11.50 senza visita degli appartamenti reali (al lunedì dalle 18 alle 19 costa 1€ con conferma online). Consiglio di prenotare al sito ufficiale per evitare le lunghissime code! Info  www.alcazarsevilla.org

Patio de las Doncellas
Patio de las Doncellas

Real-Alcazar-Sevilla

Non perdetevi i fantastici Giardini reali, i più antichi di Siviglia che racchiudono una vasta aera fra cui il Jardìn del Laberinto, l’Entrance Puerta de la Alcoba, l’Estanque de Mercurio dominato dalla statua di Dio Mercurio del 1576 che accoglie la Galeria del Grutesco ricavata da una tela del XII almohade secolo dove l’architetto Vermondo Resta ricavò nuovi abbellimenti di scene mitologiche. In questo polmone verde troverete anche un piccolo punto di ristoro

Jardin del Laberinto
Jardin del Laberinto
Estanque-de-Mercurio
Estanque de Mercurio e Galeria del Grutesco

Siviglia non può essere spiegata, devi viverla. Ha un’anima unica.

Ferran Adrìa

8) Immergetevi nel Barrio de Santa Cruz vicino all’Alcazar, circondato dalle tipiche costruzioni del seicento e perdetevi nelle strette viuzze fiancheggiate dal profumo di aranci per poi soffermarsi e gustare le migliori tapas. Noi abbiamo pranzato nell’elegante ristorante Dona Elvira, nell’omonima piazza circondata da alberi secolari, panchine blu con il suono soave dell’acqua della fontana. Pace e puro relax

Negozietti in Barrio Santa Cruz

9) La Giralda,  nominata El Giraldillo perché la statua della Fede vittoriosa ruotava al soffiar del vento, è un minareto che racchiude stili  arabi e rinascimentale. E’ dotata di 34 rampe che permettevono al Muezzin di accedere a cavallo per cantare e invitare i fedeli alla preghiera. Una torre simile si trova nella colorata Marrakech, la Moschea della Koutoubia. Si può accedere fino al Campanile per godersi la vista sulla city. Faticoso ma ne vale la pena. Entrata 9€

Giralda-Siviglia

10) Non si può visitare Siviglia senza vedere uno spettacolo coinvolgente di flamenco  proposto da Casa de la Memoria in Calle Cuna 6. Gli show iniziano alle 19,30 o alle 21 ma prenotate in anticipo perchè i posti sono limitati e si svolgono in uno spazio piccolino (due file davanti e due per lati) in modo da far assaporare la vibrante esibizione e coinvolgere lo spettatore. Gli artisti sono di una bravura incredibile e vi trasmetteranno passione, amore e autenticità per la cultura flamenca. Purtroppo non si potrà fotografare, tranne negli ultimi 5 minuti. Prezzo €18

Ballerini di flamenco

 Quien no ha visto Sevilla, no ha visto maravilla!