Spagna, Viaggi

Cosa vedere a Madrid in tre giorni

Madrid è la capitale della Spagna e residenza del Re Filipe VI e Letizia Ortiz. L’origine del suo nome sembra derivi da Ursaria ovvero Terra degli Orsi perché in passato ne furono trovati tantissimi in una foresta circostante.  Ora assieme al Corbezzolo (pianta) sono il simbolo della città. Una delle più visitate, Madrid si presenta come un luogo festoso, vivace e frizzante ma anche più pura e conservatrice rispetto ad altre metropoli

A Madrid nessuno va a letto prima di aver ucciso la notte

E. Hemingway

Come arrivare dall’ Aeroporto al centro di Madrid?

L’Aeroporto Barajas di Madrid dista dal centro circa 12 km e vi consiglio di raggiungere la città con la Metrò, utilizzando la linea 8 (color rosa) fino al capolinea Nuevos Ministerios per poi prendere la 6 chiamata Circular (grigia). Noi abbiamo proseguito con la linea azzurra avendo l’hotel vicino alla fermata Anton Martin. Le corse vanno dalle 6.00 alle 13.30 di notte e dovete acquistare alle macchinette prima la tarjeta, una card rossa di € 2.50 e successivamente il biglietto singolo Billete Sencillo + Suplemento Aeropuerto al costo di € 1.50+ 4,50 € per un totale di 8,50 €. Il tutto verrà caricato sulla scheda colorata che userete per entrare in ogni stazione metropolitana.

In alternativa utilizzate il bus con il servizio Linea Expres (linea 203) arrivando alla stazione Renfe-Atocha. Il ticket costa di 5€ e ci impiega circa 40 minuti. Ricordatevi che la frequenza notturna è di 35 minuti e giornaliera 15-20 minuti circa.

Tarjeta card

Cosa vedere a Madrid

Plaza Mayor in passato Plaza Arrabal è il cuore nevralgico della città: allegra, vivace, vitale con numerosi bar e ristorantini. E’ stato un importante luogo di cerimonie, eventi e corride. Nel centro si trova la statua di bronzo del Re Filippo III realizzata dallo scultore Pietro Tacca e data in dono dal Granduca di Firenze nel XVII secolo. In questa bellissima Piazza spicca la Casa della Panaderia, un tempo panetteria principale dove si accordavano sul prezzo del pane e ora Info point del Turismo e la Casa della Carniceria che riforniva la carne ai mercati

Casa de la Panaderia

Parque de El Retiro è il polmone verde di Madrid dove si trovano ben 15.000 alberi fra cui il Cipresso Calvo il più antico di quasi 400 anni. Nel laghetto artificiale l’Astanque Grande si può andare in barca a remi o trascorrere una bella giornata facendo un pic-nic o semplicemente praticando jogging. Ammirate Il Palacio de Cristal in vetro e ferro, costruito nel 1881 che accoglie varie mostre d’arte e la Rosaleda un meraviglioso giardino fiorito di rose con più di 600 varietà. L’ingresso del Parco è gratuito. Fermata Retiro o Ibiza

Astanque Grande il lago artificiale
Palacio de Cristal

Se volete ripercorrere un pezzo di storia come ai tempi di Alfonso XII, al Palazzo Reale, in Calle Bailen si svolge lo spettacolo della Cambio della Guardia composto da lancieri, alabardieri e carri trainati da quasi cento cavalli. Le uniformi dell’esercito sono identiche a quelle del passato con colori blu e rosso e le sentinelle trottano al passo dalla banda musicale. E’ una delle vive tradizioni della città madrilena a cui tengono molto. Il Passaggio Solenne si effettua il primo mercoledì di ogni mese alle ore 12 con un fantastico show e il Cambio della Guardia tutti i mercoledì e sabato ma in versione molto ridotta dalle ore 11.00 alle 14.00 (luglio, agosto e settembre dalle 10.00 ale 12.00 in Puerta de Santiago). Ingresso gratuito

Uno dei quartieri più caratteristici e multietnici di Madrid è Lavapies abitato dalla comunità ebraica fino al 1492. Deve il suo nome ai fedeli che attuavano il rito del lavaggio dei piedi prima di accedere nella Sinagoga. Zona colorata e artistica è influenzata da varie culture fra cui indiane, pakistane, arabe. Una mattina ho scoperto un localino storico ed elegante con grandi specchi, il Cafè Barbieri, dove poter fare una buona colazione. Da qui inoltre si raggiunge velocemente il Museo d’arte contemporanea il Reina Sofia che accoglie tantissime opere fra il Guernica di Picasso. L’entrata è gratuita il lunedì, mercoledì, sabato dalle 19 alle 21 e domenica dalle 13.30 alle 19. Info www.museoreinasofia.es

Street art Lavapies

Un’altra zona che mi è piaciuta particolarmente è stata La Latina: una scia di colori, profumi che vi inebrierà, innamorandovi all’istante di questo quartiere avvolgente. Frequentata dai madrileni è ricca di taverne e locali dove divertirsi e ascoltare buona musica. Alla domenica si svolge il mercato popolare il Rastro di Madrid

La Latina

Se siete tifosi e appassionati del Real Madrid non vi resta che scoprire lo Stadio Santiago Bernabeu che porta il nome del presidente in carica dal 1943 al 1978. Pensate che l’impianto può accogliere fino a  81.000 visitatori. Attraverso il Tour ben organizzato si può ammirare una vista spettacolare di tutto lo Stadio, del palco dirigenziale, le panchine e il terreno dove giocano, lo spogliatoio in cui hanno messo piede grandi leggende, la mostra dei Trofei e tanti oggetti importanti. Una vera emozione anche per chi non segue le partite! Per raggiungerlo prendete la metrò Linea blu con fermata S. Bernabeu e scenderete di fronte allo Stadio. L’entrata per adulti è di 25€ con audio guida 30€. Dalle 10 alle 19 domenica e festivi chiusura ore 18.30. Per acquisti online https://realmadrid.entradas.com

Booking.com

Dove e cosa mangiare a Madrid

Un posticino super carino con tavolini in legno e decorazioni di poster dei film spagnoli è la Taberna El Sur dove l’accoglienza e lo staff è gentile e caloroso. Ho assaggiato il polipo veramente delizioso e le patatas bravas fantastiche. Non potete perdervi la super Sangria: una delle migliori che ho provato! Posto affollato! Si posiziona in Calle de la Torrecilla de Leal 12 Metrò Antòn Martìn

Bravas
Sangria

Se invece volete provare una buona paella di pesce, andate da Rosi La Loca in Puerta del Sol a Calle Cadiz 4. Taverna coloratissima divisa in due piani dove la parte inferiore è molto spaziosa e per grandi compagnie. Lo staff è giovane e spiritoso. Prenotate per tempo perchè è molto richiesto

Entrata Rosi la Loca

Vi piacciono le Tapas? Allora recatevi in Cava Baja dove avrete l’imbarazzo della scelta! E il tipico prosciutto madrileno? Correte al Museo dello Jamon in Plaza Major dove vi prepareranno un succulento e freschissimo panino! Voglia di dolce? Deliziatevi alla Pasticceria La Mallorquina in P. Sol e una golosa cioccolata da San Gines in Pasadizo S. Gines 5

Taberna de Don Armando

Mallorquina

Chi ha vissuto a Madrid può vivere meglio solo in Paradiso!

R. Giardina

Tantissime informazioni sulla vivace e spumeggiante Barcellona