Borghetto sul Mincio e dintorni

Tortellini di Valeggio: ricetta e leggenda

Tortellini-di-Valeggio-ricetta

La ricetta del Tortellino di Valeggio sul Mincio, in dialetto Agnolin, nasce da un’ antica Leggenda risalente al ‘300. Narra la bellissima storia d’amore fra il capitano Malco e la ninfa Silvia che come pegno di fedeltà e devozione, lasciarono un fazzoletto giallo annodato sul  fiume. Ispirandosi a questa fiaba romantica, la comunità valeggiana è riuscita a trasformarla in una realtà culturale e culinaria molto rinomata

Nel corso degli anni, questo piatto tipico fu così apprezzato e amato, non solo dagli abitanti ma anche dai turisti di tutto il mondo, che nacquero due importanti Eventi.

Il primo è la manifestazione del “Nodo d’Amore“ che si svolge sul Ponte Visconteo nel mese di giugno con la preparazione di 900.000 tortellini preparati rigorosamente a mano. Una  favolosa iniziativa che vi invito a partecipare in un contesto a dir poco strepitoso. Per prenotazioni Festa Nodo d’Amor.

Il secondo è il percorso degustazione di tantissimi assaggi, accompagnato da vini pregiati nominato “Tortellini e Dintorni” che si svolge a settembre

credit ProlocoValeggio

Ecco qui la Ricetta “Tortellini Burro e Salvia”

Ingredienti per 4 persone

Per la sfoglia di pasta

  • ½ kg di farina 00
  • 5 uova
  • Sale
  • Acqua

Per il ripieno di carne

  • 150 g stracotto di manzo
  • 50 g di maiale
  • 50 g di vitello
  • 25 g durelli di pollo
  •  1 tuorlo
  • Cipolla, carote e sedano
  •  Burro e salvia
  •  Vino bianco

PREPARAZIONE RIPIENO

In una padella versare un filo d’olio e unite la cipolla tritata finemente con sedano e carote. Fate rosolare e dopo qualche minuto aggiungete sale e un bicchiere di vino bianco. A questo punto aggiungete la carne e fate cuocere per due ore circa con il coperchio versando ogni tanto il brodo.

Finita la cottura, lasciare raffreddare e successivamente amalgamate la carne macinata con un tuorlo, pan grattato e mettete a riposare in frigo

PREPARAZIONE SFOGLIA

Formare una fontana con la farina e unire uova, pizzico di sale, acqua e lavorate bene l’impasto in modo che la sfoglia sia sottile. Tagliate con la rondella in quadrati di 4 cm, mettete un cucchiaio di ripieno e piegate in diagonale per poi unire i due angoli opposti. Un piccolo trucchetto è quello di tenerli all’aria per farli asciugare. Ecco preparato il tortellino di Valeggio

In acqua bollente salata, cuocete i tortellini e nel frattempo fate sciogliere il burro e quando pronti conditeli con foglie di salvia e formaggio. Molto saporiti anche in brodo ma io prediligo l’altra versione. Buon appetito!