Viaggi

Cosa vedere ad Arco di Trento fra montagna e lago

Cosa-vedere-ad-Arco-di-Trento

Arco è una cittadina nella provincia di Trento e vanta una posizione strategica fra le impetuose montagne e l’immenso Lago di Garda. Offre benessere e relax grazie ai soggiorni terapeutici e adrenalina con escursioni di trekking, parapendio, nordic-walking e free-climbing dove ogni anno viene ospitato il Rock Master: la manifestazione competitiva di arrampicata. Arco è anche uno scrigno di storia e cultura con il suo Castello che dall’alto della rupe domina fiera la Vallata. Nel passato fu simbolo di prestigio e vanto grazie all’Arciduca Alberto d’Asburgo che innamorandosi della bellezza del luogo costruì la sua dimora e il Parco Arboreto ricco di piante esotiche

Mappa-Arco-Trento
Mappa Arco

Dove alloggiare ad Arco di Trento

L’Hotel Pace 1954 è una struttura di design moderno con l’accoglienza familiare dei proprietari Stefano e Ilaria che hanno trasformato il mio soggiorno in qualcosa di speciale facendomi sentire come a casa

Hotel-Pace1954-entrata

Mi hanno messo a disposizione la camera Deluxe di gusto raffinato, con dettagli particolari come la lampada e lo specchio color oro. Molto spaziosa con un comodissimo letto matrimoniale, tanti cuscini come piace a me. La sera mi rilassavo sul balcone tipicp trentino per guardare il cielo stellato

Hotel-Pace1954-Arco

La colazione è un super buffet dolce e salato molto ricco di brioche, torte artigianali, fantastiche marmellate, yogurt ma anche salumi e formaggi freschi. Io facevo sempre il bis! Quanta bontà

Strudel-Hotel-Pace1954
Strudel

Breakfast-Hotel-Pace1954

L’Hotel si posiziona in centro quindi è pratico per raggiungere il Castello, le attrazioni e a pochi passi si trova un piccolo market, tabacchino, ristoranti per cenare come “Alla Lega” o Pizzeria “Pace”

Offre tantissimi servizi: le bici elettriche a noleggio, il parcheggio custodito, accessori per i nostri amici pelosi e anche torte per festeggiare un occasione importante. Organizzano escursioni dedicate allo sport acquatico o passeggiate per ammirare il Garda come il trekking del Ponale che è qualcosa di incredibile

Ho trascorso un weekend superlativo, all’insegna della spensieratezza e devo ringraziare Ilaria per la fantastica organizzazione di ogni sfumatura. Presto ritornerò anche con il mio bel cagnolone Brecia

Booking.com

Cosa vedere ad Arco di Trento

Il Castello di Arco è il simbolo della città e domina la piana dell’Alto Garda. E’ uno dei manieri più imponenti del Trentino e si innalza su un sperone roccioso che catturerà la vostra attenzione giunti alle porte del Paese.

Maestoso, solenne fu ritratto nel 1494 in un acquarello da Albrecht Dürer ora al Museo del Louvre a Parigi e fu fonte di ispirazione poetica del letterato R.M. Rilke di cui compose varie liriche durante le visite alla madre. Arco propone undici itinerari, tratti dalle guide di un tempo, che conducono ad una passeggiata romantica nominata il “Rilke Promenade” che vi farà scoprire oltre al Castello anche scorci più nascosti

Cento porte in silenzio si chiudevano e una veste frusciava misteriosa, pallidi fiori e le stelle sospese in alto oltre il bordo delle mura

R.M. Rilke

Castello-di-Arco-Trento

Attraversando il vicolo che conduce al Castello incontrate il Rione antico Stranforio: un quartiere pittoresco fatto di viuzze, androni, contornato di dettagli colorati e dal vecchio lavatoio-fontana. E’ conservata integra la struttura del Ponte Levatoio. Nelle vicinanze si trova il lussureggiante Parco Arciducale Arboretum che ospita particolari specie arboree

Porta-Stranfora-Arco-Trento

Via-Stranfora-Arco-Trento

Giardino-Arciducale-Arco

La Villa dell’Arciduca Alberto d’Austria fu costruita nel 1873 ed era circondata da distese di boschi d’olivo, con una veduta straordinaria delle Torri e del Lago di Garda. Il nobile, trascorrendo giorni di svago e relax ad Arco, diede grande pregio ed importanza alla città tant’è che susseguirono personaggi illustri come Francesco II di Borbone, il Re delle Due Sicilie e i Reali di Baviera. Ora risiede un b&b circondato da una piccola porzione del Parco-giardino originario

Villa-Arciduca-Arco-Trento

Arco conserva tantissimi luoghi religiosi fra cui la Collegiata di Santa Maria Assunta del 1613 che sulla facciata posteriore custodisce una Meridiana ma la Chiesa che mi ha colpito maggiormente per la sua particolarità è quella Evangelista della Trinità in stile neogotico con il tetto composto da “tegole” maiolicati e policromi  con i suoi effetti decorativi colorati

Collegiata-Santa-Maria-Assunta-Arco
Chiesa Collegiata
Chiesa-Evangelista-Arco-Trento
Chiesa Evangelista

Dove mangiare ad Arco di Trento

Il RistoranteAlla Lega” si trova a pochi passi dal centro storico nel Palazzo dei Conti Arco, innalzato nel 1500 con sale d’epoca e una veranda coperta di viti  per l’estate. Vanta da generazioni la tradizione gastronomica dell’alto Garda e infatti vengono serviti tutto l’anno i gustosi canederli che io amo tantissimo, la carne salada, la trota “en saor”, lo strudel di mele e varie ricette. Assaggiate il pane con le molche che è squisito e preparato con le bucce e polpa di olive. Io ne ho mangiato una montagna! Hanno una vasta scelta di vini trentini da provare assultamente. Consigliatissimo! Prezzi abbordabili

Carne-Salada-Ristorante-AllaLega
Carne salada
Ristorante-Alla-Lega-Arco
COSA VEDERE NEI DINTORNI 

Il Lago di Tenno è un diamante turchese del Trentino situato a 570 m di altezza s.l.m e circondato da una fitta vegetazione. Il colore delle sue acque è così limpido e cristallino da assomigliare a una piccola oasi tropicale. Io ne sono rimasta affascinata. Nel laghetto si erge un isoletta tondeggiante che conserva un area di biotopo e quando l’acqua si abbassa ne appare un’altra nominata Isola 86 perché fu avvistata, per la prima volta, proprio in quell’anno. Si raggiunge tramite una scalinata

Dal lago di Tenno, addentrandosi nella Montagna, si forma la meravigliosa Cascata del Varone che scende poi verso il Lago di Garda. La Grotta è considerata una rarità geologica. Infatti il corso d’acqua si infrange con un salto di 98  metri dando vita a un spettacolo unico nel suo genere. Si raggiunge affrontando 115 scalini passando attraverso il giardino botanico. Accanto al Parco si trova un’area picnic gratuita, un ristoro e un negozio souvenir. Consiglio di indossare una giacca impermeabile e scarpe comode. L’ entrata è di 6€

Parco-Cascate-Varone
grotta inferiore

Cinge con braccio d’amore Castelli solitari,

caldi giardini floreali, la risacca lucente nel sole

R.M. Rilke