Natura

Contrada Pagani Campofontana

La Contrada Pagani è un grazioso borghetto della frazione di Campofontana di Selva di Progno nella provincia di Verona. E’ il gruppo di casette più alto della Lessinia e si posiziona a 1260 m sul livello del mare. In passato veniva chiamato “Costa Solis” ovvero Costa del Sole tradotto dal cimbro Sondelaite. Il nome Pagani potrebbe provenire dal termine “pagus” dal tedesco territorio,  abitante del distretto perchè si crede che la prima persona che si stabilì in questa zona fosse un mezzadro bavaro-tirolese

Campofontana

Come arrivare alla località

Prendere l’autostrada A4 dir. Venezia e uscire a Soave. Proseguire per sp37a Val d’Illasi e Selva di Progno. A Campofontana si trova un parcheggio gratuito dietro la Chiesa Parrocchiale

Per raggiungere la Contrada prendere la stradina sottostante il parcheggio e proseguire per circa 1,2 km con una passeggiata piacevole di 15 minuti. Per fare un vero trekking proseguite per Malga Lobbia

Cosa vedere a Contrà Pagani

La Contrada Pagani Campofontana è un percorso molto frequentato dai turisti e in estate si trasforma in un luogo molto suggestivo grazie alle case in pietra di origine cimbra, vecchie stalle con i bocaroi ma soprattutto per l’esplosione di fiori colorati che abbelliscono e arricchiscono questo angolo meraviglioso curato dagli abitanti. Io l’ho scoperto casualmente durante uno delle mie giornate di trekking

contrada-pagani

Contrada-Pagani-fiori

Nella Contrada Pagani si posso visitare piccole attrazioni a carattere religioso come l’Edicola del 1874 che riporta l’immagine dell’Immacolata, la casa del Prete dove abitava il parroco “Pagani Bartolomeo” e sulla sua porta reca scritto “NON AE BAR MAEI LATET OSTIUM 1785 (la porta di casa di Bartolomeo non è nascosta), un’altra abitazione della Monaca Pura Pagani che è stata un importante educatrice e direttrice della scuola materna fino al 2001 e la fontana del Mouss del 1794. Info Visit Lessinia

Fontana-Mouss-Contrada-Pagani
Fontana scritta

Escursioni consigliate: Busatte-Tempesta  e il Santuario di Montecastello entrambi sul Lago di Garda a Verona

Davanti a un prato apriti alla chiarezza, abbraccia la semplicità. Vedi tutto come se fosse il seme di qualcosa

Caramagna

Castelli

Castello di Bevilacqua: 700 anni di storia

Il Castello Bevilacqua è un elegante relais del ‘300 nell’omonima cittadina veronese a pochi km dal Borgo di Montagnana nel padovano. Il Maniero è stato innalzato da Guglielmo I Bevilacqua, diventato Vassallo del Vescovo, su commissione della famiglia Della Scala. Negli anni novanta diventa un luogo ricco di fascino aperto a soggiorni indimenticabili, eventi in costumi d’epoca, matrimoni romantici ma anche visite per i turisti desiderosi di conoscere la sua storia, le sue leggende ed esplorare le sale arredate di opere d’arte e mobili pregiati

Natura

Santuario di Montecastello sul Lago di Garda

Santuario di Montecastello chiamato anche Santa Maria in Monte Stelle è un luogo di preghiera della Diocesi di Brescia. Si posiziona a circa 700 m a picco sul lago di Garda adagiato sul Monte Cas. Una leggenda racconta che il 13 marzo 1283 durante la battaglia fra trentini e bresciani, per conquistare questo punto strategico militare, ci fu l’apparizione di una luce che diede la vittoria a quest’ultimi. Per il popolo fu un grande segno di pace della Divinità Celestiale dato dal fatto che, in passato, il maniero conservasse una cappella con un immagine sacra. Nel corso degli anni il forte divenne un luogo di culto religioso e spiritualità